This Search Box Viewlet registered to Lite Plone Theme
Tu sei qui: Home Progetti attivi Effetto riserva

Effetto riserva

Punto zero “Effetto riserva”: progetto di visual census

 

Uno studio particolarmente importante per fornire indicazioni applicative alla gestione di un’AMP è quello dei popolamenti ittici (Harmelin-Vivien, 1985; Tunesi & Vacchi, 1993), sia per il loro richiamo turistico che per il valore commerciale di molte specie (Guidetti, 2002). Inoltre i pesci costituiscono una delle componenti faunistiche su cui si fanno più sentire le azioni di tutela, sia per l'aumento dell'abbondanza e della taglia delle specie presenti, sia per il ritorno di altre specie allontanatesi in seguito all'eccessiva pressione antropica.

Importanti informazioni sulla struttura della comunità ittica presente si possono ottenere con indagini visuali (visual census) che, di norma, forniscono un quadro assai diverso di quello ottenibile da una campagna di pesca che, inevitabilmente, utilizza strumenti selettivi e distruttivi, inadatti per essere applicati in un’area protetta.

Si è quindi cercato di riunire la Rete in un unico progetto di visual census: “punto zero: valutazione dell’effetto riserva”, tramite la collaborazione col Prof. Paolo Guidetti dell’Università del Salento.

La valutazione del cosiddetto ‘effetto riserva’ (ER) consiste nello studio del possibile aumento della densità e taglia delle specie bersaglio all’interno di una AMP in confronto ad aree di controllo in cui la pesca è consentita, secondo appropriati piani di campionamento (Guidetti, 2002).

In tale ambito il coordinamento della Rete dei PML ha agito come collante per cercare di intensificare la comunicazione tra i parchi ed i responsabili del progetto.

Il piano di campionamento ha previsto la selezione di siti multipli protetti e non protetti (controlli) caratterizzati dalla presenza di fondali rocciosi.

I dati di campo sulla fauna ittica sono stati raccolti tramite visual census usando la tecnica dei transetti. Si tratta di una tecnica non distruttiva per campionare la fauna ittica eseguita da sub esperti in grado di classificare visualmente tutte le specie ittiche (in particolare quelle bersaglio per la pesca) e stimare la taglia individuale. Il confronto statistico tra i dati relativi alla fauna ittica in zone protette e non protette permetterà di valutare l’effetto riserva.

 

 

Relazione finale.pdf

relazionefinaleliguria2.jpg

« ottobre 2020 »
ottobre
lumamegivesado
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031